venerdì 16 febbraio 2018

INVITO CONFERENZA STAMPA IL 19.02.2018

Comitato No Aeroporto Treviso  e  Italia Nostra Treviso


 


            

         







Invitano a partecipare alla conferenza stampa:

  • Aeroporto Canova: Sicurezza aeroportuale e limite dei voli, un caso anomalo in tutta Italia.
  • Ministero dell'Ambiente: il nuovo stop all'ampliamento e la richieste di verifiche ambientali. Il pericolo Sanitario.
  • Sulla conferenza stampa congiunta Camera di Commercio di Treviso e Ryanair.

Lunedì 19 Febbraio ore 11.30
ex Scuderia di Palazzo Bomben-Caotorta, via Cornarotta 9 - Treviso

martedì 2 gennaio 2018

I VANEGGIAMENTI DI E. MARCHI

https://youtu.be/nOpF_N8sA4k?t=41


  A seguito notizie di stampa che riportano le affermazioni del Presidente Save, Enrico Marchi: "Sull'aeroporto di Treviso ora solo 8 movimenti/oraAbbiamo ridotto a otto movimenti l'ora, tra atterraggi e partenze dal Canova, per rispettare le esigenze della popolazione", il Comitato tiene a precisare che sono affermazioni ridicole e fuorvianti.
La Società di gestione AerTre, con Nota prot. 450 del 18.03.2013, ha segnalato che gli otto movimenti ora fanno riferimento alle sedute del Comitato di Sicurezza del 28/1/2011 e del 6/9/2011 in cui ENAC ha espressamente individuato il numero di 8 movimenti/ora (nelle 17 ore teoriche giornaliere: 06.00÷23.00 = 136 movimenti/giorno) e ciò in relazione alla capacità dei sistemi di sicurezza di cui è dotata la torre di controllo dello scalo; tale teorica capacità è basata su parere tecnico e non tiene minimamente conto delle inaccettabili conseguenze ricadenti sul territorio.
In riferimento al corrente anno, presso l'aeroporto di Treviso, sino al 30 novembre con due settimane di chiusura dello scalo, sono stati consuntivati 19.504 movimenti con 2.771.830 passeggeri; ragionevolmente il consuntivo annuale risulterà il più elevato rispetto a tutti gli anni precedenti. Il numero di movimentazioni giornaliere (06.00÷23.00) risulta sinora superiore a 58 (3,4 movimenti/ora - autorizzati 2,6) e non come sostenuto a sproposito dal Presidente Save.