domenica 19 luglio 2015

COMUNICATO STAMPA 14.07.2015

Oggetto: LETTERA APERTA DA PARTE DI "SPECULATORI" ED "ESAGITATI".

In riferimento ai commenti di Enrico Marchi, indirizzati ai Componenti dell'Associazione Comitato per la riduzione dell''impatto ambientale dell'aeroporto di Treviso, vogliamo tranquillizzare il Presidente di Save; non siamo persone: inquiete – scalmanate – turbolente o in preda a forte agitazione e nemmeno dediti alla speculazione (da quale pulpito viene la predica …).
La qualità della nostra vita è purtroppo condizionata da scelte imprenditoriali tendenti esclusivamente a garantire il profitto, senza tener conto delle conseguenze; per Chi non è coinvolto, è troppo facile pontificare sull'utilità e convenienza della struttura aeroportuale trevisana.
Il Comitato richiede innanzitutto il rispetto delle regole, a cominciare dal vincolo dei 16.300 movimenti annui imposto dall'anno 2007, per cui il Ministero dell'Ambiente, in caso di

giovedì 28 maggio 2015

In prospettiva delle elezioni regionali in Veneto

Ai Soci e Simpatizzanti del Comitato per la riduzione dell'impatto ambientale dell'aeroporto di Treviso
In prospettiva delle elezioni regionali in Veneto, in programma il 31 p.v., l'Associazione Comitato ha ritenuto opportuno presentare ai Candidati la seguente ufficiale richiesta:
"sottoscrizione dell'impegno di promuovere politiche per la riduzione e la razionalizzazione del traffico aereo nella Regione Veneto e di rendere trasparente qualsiasi forma di finanziamento pubblico dedicato alle compagnie aeree "low-cost".
L'adesione alla presente proposta sarà considerata, dall'Associazione, vincolante nella scelta dei Candidati da ritenere idonei a ricoprire incarichi di responsabilità nella gestione della Regione Veneto".

martedì 19 maggio 2015

Richiesta di sottoscrizione impegno elettorale a Candidati per le elezioni regionali


Oggetto: Riduzione del trasporto aereo in Veneto.

In previsione delle imminenti elezioni previste per il rinnovo dell'amministrazione della Regione Veneto, l'Associazione Comitato per la riduzione dell'impatto ambientale dell'aeroporto di Treviso, ha trasmesso ai Candidati la richiesta di sottoscrizione per l'impegno di promuovere politiche per la riduzione e la razionalizzazione del traffico aereo nella Regione Veneto e di rendere trasparente qualsiasi forma di finanziamento pubblico dedicato alle compagnie aeree "low cost".
L'Associazione rimane fiduciosa in riscontri positivi da parte di Coloro che si candidano a gestire l'amministrazione della Regione che deve prevedere tra le principali priorità, l'aggiornamento del Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell'Atmosfera e la correlata stima sull'evoluzione dell'inquinamento dell'aria nei prossimi anni.
Le conseguenze ambientali provocate dal trasporto aereo debbono essere prese in considerazione nel contesto dell'indispensabile ed improrogabile impegno finalizzato a raggiungere elevati livelli di protezione per l'Ambiente e per le Persone, rendendo accessibile anche la conoscenza dell'entità del contributo pubblico elargito al settore di riferimento, a carico della Regione.

Manifesto elettorale: Download

18 maggio 2015

lunedì 11 maggio 2015

Comunicato Stampa serata 7 maggio 2015

Oggetto: Inquinamento  da  trasporto  aereo.

Approfondite  e  ribadite  le  ragioni  dell'opposizione  all'ampliamento  all'aeroporto  di  Treviso

Si è svolto giovedì 7 maggio 2015, presso l'Auditorium della scuola Stefanini a Treviso, il convegno sul tema:
"Inquinamento ambientale – Informazione, prevenzione, promozione della Salute: un diritto di Tutti"
Il convegno, patrocinato dalle amministrazioni comunali di Treviso e Zero Branco, è stato promosso dal "Comitato per la riduzione dell'impatto ambientale dell'aeroporto di Treviso" che si oppone da anni all'ampliamento dell'aeroporto trevigiano.
Questa iniziativa, che è stata seguita con grande interesse da rappresentanti delle istituzioni, medici e numerosissimi cittadini ha voluto richiamare l'attenzione sulle drammatiche conseguenze dell'inquinamento ambientale a cui contribuisce in maniera rilevante anche il trasporto aereo.
Gli interventi del dottor Francesco Cavasin, del dottor Giacomo Toffol e della dottoressa Antonella Litta appartenenti all'Associazione italiana medici per l'ambiente - ISDE (International Society of Doctors for the Environment), hanno dimostrato inequivocabilmente i danni alla salute, in particolare a quella dei bambini causati dall'inquinamento atmosferico; particolare attenzione è stata posta all'inquinamento dell'aria e all'inquinamento acustico, generati anche dal decollo e dall'atterraggio degli aerei.
Questo specifico inquinamento ha ripercussioni sul clima e sulla salute delle popolazioni che vivono in prossimità degli aeroporti

martedì 5 maggio 2015

Comunicato stampa

Il Comitato per la riduzione dell'impatto ambientale dell'aeroporto di Treviso ha organizzato una serata di informazione, presso l'Auditorium Stefanini - Viale III Armata, 53 – Treviso, in data 7 maggio p. v. - ore 20:45, sulla tematica:
"Inquinamento ambientale – Informazione, prevenzione, promozione della Salute: un diritto di Tutti".
Alla serata parteciperanno qualificati Relatori dell'ISDE – Associazione Medici per l'Ambiente:
  • Dr.ssa Litta / ISDE Italia – "Conseguenze dell'inquinamento ambientale delle attività aeroportuali";
  • Dr. Cavasin / ISDE Treviso – "Stato di salute dell'aria della Marca Trevigiana";
  • Dr. Toffol / ISDE Treviso – "Salute dei Bambini in relazione all'inquinamento atmosferico".
E' stata rivolta particolare cura nell'invitare all'evento i Medici di Base ed i Pediatri del territorio, affinché si facciano interpreti della necessità di interventi e di scelte economiche-politiche dirette a ridurre l'esposizione delle Popolazioni agli inquinanti ambientali, come prima e unica misura di prevenzione; inoltre si vuole fornire un'informazione alla Popolazione affinché si renda consapevole dei propri diritti di tutela alla Salute e di vivere in un ambiente salubre.
Il Comitato ritiene necessario e doveroso contribuire alla sensibilizzazione della pubblica opinione su tematiche che incidono nella qualità di vita dei Cittadini.
Il Comitato ribadisce ulteriormente il dovere di rispettare le Direttive nazionali nella gestione delle attività aeroportuali, anche con l'instaurazione di un'informazione trasparente, disponibile al Pubblico e ricettrice di eventuali lamentele.

Il Presidente.