martedì 16 aprile 2019

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SOCI VENERDI' 03 MAGGIO 2019



ASSOCIAZIONE COMITATO PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELL’AEROPORTO DI TREVISO
Via Nogarè, 15 – 31055 QUINTO DI TREVISO (TV) Codice Fiscale: 94134970261



Quinto di Treviso 16 aprile 2019

Comunicazione ai Soci dell'Associazione Comitato per la riduzione dell'impatto ambientale dell'aeroporto di Treviso

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA

Ai sensi dell'art. 6 dello Statuto, vista la delibera del Comitato Esecutivo, è convocata l'assemblea ordinaria dei soci del Comitato per il giorno: VENERDI' 03 MAGGIO 2019:

in prima convocazione alle ore 20:00 , in seconda convocazione alle ore 20:30 presso la sala parrocchiale della Chiesa di San Giorgio a Quinto di Treviso, con il seguente ordine del giorno:

1 - approvazione nuovo Statuto dell'Associazione obbligatorio secondo la riforma del 3° settore;

2 - approvazione del rendiconto economico-finanziario (bilanci consuntivo anno 2018 - preventivo anno 2019);

3 - Illustrazione attività svolta nel corso dell'anno 2018 ed in programma nel breve e lungo periodo;

4 - discussione e segnalazione proposte dei Soci;

5 - varie ed eventuali
Ciascun Socio può rappresentare, munito di regolare delega (in allegato), non più di tre (3) Soci.

Si rappresenta che la documentazione relativa alla formazione dei bilanci è visionabile, previa richiesta, presso la sede dell'Associazione fino al giorno precedente all'assemblea.
Per doverosa informazione, si fa presente che ,in anticipo rispetto l'orario di apertura dell'assemblea, sarà data l'opportunità ai Soci ordinari 2018 e Sostenitori di aderire al versamento della quota associativa all’Associazione Comitato per l'anno 2019.

In considerazione del recente parere positivo concesso all’incremento dell’attività aeroportuale trevigiana, onde favorire la partecipazione pubblica indispensabile per pianificare opere di contrasto, il Comitato Esecutivo ha deciso di ridurre la quota associativa annuale a 10 euro.

E' utile ricordare che per consentire l'esecuzione di attività ed iniziative, le quote associative volontarie costituiscono l'unica fonte di autofinanziamento, oltre all'accreditamento delle somme risultanti dalle donazioni relative al “5xmille”.

A tal proposito, in previsione della prossima dichiarazione dei redditi, è utile rammentare a Tutti l'utilità di devolvere tale contributo al Comitato e si sollecita una meritoria iniziativa personale, focalizzata al coinvolgimento di Familiari, Amici e Conoscenti con la finalità di ampliare le fonti di finanziamento, indicando sulla propria dichiarazione dei redditi il numero di Codice Fiscale del Comitato: 94134970261.

Confidando in una necessaria, numerosa e attiva partecipazione, si porgono cordiali saluti.

                                                                                                                            Il Presidente

                    Giulio Corradetti

"e-mail": comitatoaeroportotv@gmail.com - "posta certificata": comitatoaeroportotv@pec.it  

mercoledì 3 aprile 2019

COMUNICATO STAMPA 03 APRILE 2019

ASSOCIAZIONE COMITATO PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELL’AEROPORTO DI TREVISO


   Via Nogarè, 15 – 31055 QUINTO DI TREVISO (TV) - Codice Fiscale: 94134970261




                                         COMUNICATO STAMPA

In relazione ad informazioni desunte dalle cronache giornalistiche, risulterebbe che la Commissione Tecnica di Verifica dell’Impatto Ambientale – VIA e VAS del Ministero dell’Ambiente abbia concesso il PARERE FAVOREVOLE alla richiesta di incremento dell’operatività aeronautica, presentata da ENAC e AerTre per l’aeroporto di Treviso, corrispondente a 22.500 movimentazioni annue da raggiungere nel 2029, già di fatto superate dal consuntivo anno 2018 = 22.911.

A tale proposito, il Comitato presenta a tutte le AUTORITA’ pertinenti un doveroso RINGRAZIAMENTO per tale concessione, che rimarrà ovviamente priva di rispetto e di tutela, foriera di negative conseguenze per i Residenti nel territorio circostante.

Il Comitato ha inoltrato in diverse occasioni dettagliata documentazione illustrante le numerose
problematiche derivanti dall’ attività di riferimento, in un sedime aeroportuale assolutamente
inadeguato a gestire le accertate e impattanti conseguenze ambientali dell’infrastruttura.

In considerazione del risultato, evidentemente le OSSERVAZIONI presentate sono state ritenute tutte inconsistenti, dimostrando di non voler considerare l’invivibile situazione ambientale e negando l’evidente penalizzazione per:

                               AMBIENTE – SALUTE PUBBLICA – SICUREZZA

con cui devono convivere migliaia di Cittadini coinvolti, ritenuti SACRIFICABILI ai fini di uno sviluppo di una “risorsa” all’interno di una città già fortemente inquinata che dovrebbe essere invece per questo ancor più tutelata,e oltretutto in oltraggio agli inviolabili DIRITTI sanciti dalla Costituzione Italiana.

Un particolare RINGRAZIAMENTO va indirizzato ai SINDACI del territorio che si sono dimostrati totalmente incuranti dei loro DOVERI di tutela della Salute pubblica e Sicurezza , derivanti dalle più pericolose movimentazioni aeronautiche che vengono ripetutamente, quotidianamente e costantemente effettuate a bassissima quota su centri densamente popolati, supportati dal totale disinteresse dei RESPONSABILI ASL competente.

Il Comitato ribadisce con estrema convinzione l’assoluta incompatibilità del territorio con le esigenze operative dell’infrastruttura aeroportuale, altamente influenti in un’area operativa estremamente limitata e confinante, tra l’altro, con il Parco naturale regionale del fiume Sile, con annessi siti Rete Natura 2000 e in presenza di incompatibili allevamenti ittici.

L’accadimento di ripetuti inconvenienti aeronautici in prossimità di aeroporti dovrebbe servire da monito per scongiurare tale eventualità nella realtà trevigiana, dove tale ipotesi comporterebbe infauste conseguenze.

Il Comitato denuncia il totale disinteresse della Politica e dei suoi Rappresentanti più significativi che mai si sono spesi per scongiurare l’indegna decisione che infierisce sulla QUALITA’ di VITA dei Residenti.

Il Comitato non pone più fiducia in interventi mitigativi ottemperanti a eventuali prescrizioni
proposte dalla Commissione VIA-VAS alle Autorità locali, causa consolidata assenza di recepimento ed accertata carenza di imparzialità.

Il Comitato é pervaso da inevitabile delusione ma continuerà la sua opera di contrasto e di vigilanza, tenendo ben presente il rischio di potenziale impatto da incidente aeronautico e valutando opportunamente l’entità del grado di inquinamento ambientale, in punti ritenuti più critici; in base alle risultanze, le Autorità pertinenti dovranno assumersi le proprie Responsabilità.


Quinto di Treviso 3 aprile 2019






Il Presidente

Giulio Corradetti

ASSOCIAZIONE COMITATO PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELL’AEROPORTO DI TREVISO
Via Nogarè, 15 – 31055 QUINTO DI TREVISO (TV) Codice Fiscale: 94134970261

"e-mail": comitatoaeroportotv@gmail.com - "posta certificata": comitatoaeroportotv@pec.it  

domenica 31 marzo 2019

COMUNICATO STAMPA ATTERRAGGIO DI EMERGENZA AEROPORTO CANOVA

   ASSOCIAZIONE COMITATO PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELL’AEROPORTO DI TREVISO
   Via Nogarè, 15 – 31055 QUINTO DI TREVISO (TV) - Codice Fiscale: 94134970261





COMUNICATO STAMPA

INCONVENIENTE IN ATTERRAGGIO SU AEROPORTO TREVISO

L’inconveniente occorso in data 30 marzo 2019 presso l’aeroporto di Treviso, fortunatamente senza conseguenze, suggerisce di proporre qualche doverosa riflessione.

La realtà operativa presso l'aeroporto di Treviso dovrebbe far riflettere sulla pericolosità delle operazioni di arrivo e partenza degli aeromobili, in quanto effettuate in un sedime aeroportuale geograficamente molto ristretto; tale particolarità limitativa deve essere tenuta in considerazione dal continuo ingiustificato incremento operativo dello scalo.

In passato, in occasione di incidenti aeronautici occorsi nelle pericolose movimentazioni di atterraggio e decollo, il Comitato ha sempre segnalato la possibilità di accadimento di tali possibili analoghi eventi che, nell'infrastruttura trevigiana, comporterebbero risultanze negative rilevanti, causa ristrettezza operativa dell'area, Piano di Rischio ricadente interamente all'esterno del sedime aeroportuale e quindi su centri abitati, deposito carburanti a contatto con la pista ….

A tal proposito, il Comitato fa appello alle Autorità preposte affinché traggano monito e tengano in considerazione la possibilità di accadimento incidenti nell'infrastruttura trevigiana, con funeste conseguenze influenzabili dall'elevata antropizzazione del territorio circostante, che dovrebbe evidenziare chiaramente la totale incompatibilità.



30 marzo 2019


Il Presidente

Giulio Corradetti

"e-mail": comitatoaeroportotv@gmail.com - "posta certificata": comitatoaeroportotv@pec.it  

ATTERRAGGIO EMERGENZA TREVISO 30 MARZO 2019



Carissimi soci e sostenitori, come avrete potuto appurare dalla cronaca giornalistica ieri mattina un BOING 737 della compagnia RYANAIR ha effettuato un ATTERRAGGIO DI EMERGENZA presso l'aeroporto Canova di Treviso, potete leggere la notizia completa cliccando sul link sottostante:

https://www.repubblica.it/cronaca/2019/03/30/news/treviso_atterraggio_di_emergenza_per_un_boeing_737_della_ryanair-222862578/

...dall'articolo si legge come tutto sia andato per il meglio e che il volo sia arrivato comunque in perfetto orario!

Dovremmo quindi complimentarci per l'efficienza e la professionalità dimostrata?!
O dovremmo piuttosto preoccuparci ancora di più considerando che se qualcosa fosse andato storto la popolazione di Quinto di Treviso sarebbe stata esposta ad un possibile disastroso accadimento??!



La scelta di far sviluppare l'aeroporto Canova in un contesto fortemente urbanizzato: da un lato il paese di Quinto di Treviso e dall'altro la città di Treviso, ha tenuto in considerazione il pericolo che corrono le popolazioni residenti nei casi di atterraggi d'emergenza? O si deve continuare a vivere nella speranza che vada sempre bene??




Inoltre nel momento in cui è iniziata la manovra di emergenza il carburante dell'aereo dove è stato scaricato??!

Questi accadimenti ci fanno pensare ancora una volta come la scelta di far sviluppare un aeroporto all'interno di un sedime troppo ristretto e comunque già fortemente antropizzato, molto vicino alla città di Treviso e completamente a discapito del paese di Quinto, sia stata probabilmente presa senza le opportune valutazioni e senza considerare i rischi diretti sulla popolazione.



Possono i Cittadini vivere tranquillamente considerando che per lo sviluppo di un aeroporto all'interno di una città sono stati sacrificati ad essere una popolazione a rischio??!



Questi fatti ci dimostrano che c'è poco da stare tranquilli!


Il comitato oggi a maggior ragione chiede che si intervenga e che si faccia PRESTO!


Non vogliamo che Quinto di Treviso diventi uno dei paesi della lunga lista tra quelli noti alle cronache per delle "tragedie annunciate" !



                                                                                                                          Il segretario
                                                                                                                        Andrea Zoggia


"e-mail": comitatoaeroportotv@gmail.com - "posta certificata": comitatoaeroportotv@pec.it


sabato 30 marzo 2019

Rilassati...sei a Quinto di Treviso



Cari soci e simpatizzanti, da qualche tempo è presente su youtube un video piuttosto singolare, a quanto pare di promozione turistica, realizzato per il Comune di Quinto di Treviso e visionabile cliccando sulla frase sottostante::


Rilassati...sei a Quinto di Treviso
Ora non è chiaro se questo video sia stato messo in circolazione in senso ironico, ma in caso contrario riteniamo che purtroppo la parola "rilassati" soprattutto nel comune di Quinto si possa usare solamente in maniera sarcastica...

L'impossibilità di attuare il prezioso, necessario e utile suggerimento è sotto i nostri occhi ogni giorno, ma soprattutto sopra le nostre teste.

I voli dall'aeroporto Canova sono giornalmente molto numerosi, nei week end , giorni in cui si cerca effettivamente un pò di riposo dalla settimana lavorativa, non è possibile passare mezz'ora di seguito senza essere disturbati dai continui passaggi aerei a bassa quota, con il loro carico di rumore e vibrazioni, a volte uno ( o più ) dietro l'altro a distanza di minuti... e Quinto non è il solo paese che deve sopportare questo assurdo disagio.

La situazione descritta nel video rappresenta una realtà della vita che è possibile condurre a Quinto?!
I volti di chi vede questo video e conosce la reale situazione che i cittadini vivono quotidianamente, sono contrassegnati da un amaro sorriso...

Siamo però convinti che la Quinto di Treviso rappresentata nel video è quella che i Cittadini vogliono e noi non possiamo che essere d'accordo.

Una economia basata sul rispetto dell'ambiente, oltre che essere doveroso nei confronti dei Cittadini, dell'ambiente stesso e delle attività produttive che si basano sulla realtà agricola e naturalistica del luogo, non può che essere una economia prospera e sana.

Un tipo di sviluppo simile, come è già successo in altri comuni non molto lontani da noi, grazie a degli amministratori lungimiranti e sensibili agli interessi della cittadinanza, ha portato turismo sano e posti di lavoro!

E' il momento di prendere questo tipo di strada... i repentini cambiamenti climatici sono già nel nostro presente, l'inverno appena trascorso ce lo ha dimostrato molto chiaramente.


Questa realtà  descritta nel video si può realizzare: Quinto è ricca di luoghi peculiari che le Amministrazioni possono e devono valorizzare e FARE RISPETTARE: sono necessarie delle scelte coraggiose che portino alla chiusura di attività assurdamente impattanti sulla ricchezza del territorio, che proprio per le sue caratteristiche di biodiversità, vanno difese dalle tonnellate di inquinanti con cui vengono irrorate e che non permettono proprio per niente di poter stare rilassati a Quinto di Treviso!

Il comitato ancora una volta sostiene che l'aeroporto Canova sia incompatibile con il territorio circostante e ne chiede la CHIUSURA, a favore di uno sviluppo territoriale intelligente e di una attrattiva turistica molto più sana, profittevole e rispettosa dell'ambiente che la ospita.
                                                                                                                         Il segretario
                                                                                                                       ANDREA ZOGGIA



"e-mail": comitatoaeroportotv@gmail.com - "posta certificata": comitatoaeroportotv@pec.it