mercoledì 9 aprile 2014

COMMENTI AL PARERE nr. 1363 del 25/10/2013 del CTVIA

In attesa del decreto finale della commissione tecnica del Ministero dell'Ambiente, abbiamo letto e qui commentiamo il documento che raccoglie il parere tecnico della CTVIA; n° 1363 del 25 ottobre 2013 (Commissione Tecnica Valutazioni di Impatto Ambientale del Min. Ambiente) emanato subito dopo il parere negativo interlocutorio del luglio 2013.
Nel documento ci sono riportate tutte le misure da attuare fin da subito dalla società di gestione AERTRE/SAVE in collaborazione con i Comuni interessati all'area, la Regione attraverso ARPAV ed altri enti.
Nel suddetto documento è menzionato per ben 3 volte che il limite dei voli cautelativo di 16300 movimenti/anno deve essere rispettato, quindi tutti gli interventi messi in agenda dalla CTVIA sono da attuare da subito senza nessuna prescrizione d'aumento di voli o di passeggeri.
In sostanza la Commissione Ministeriale richiede alle Autorità Tutte un investimento di proporzioni immense sia finanziario che organizzativo per risanare l'attuale disastrosa situazione Programmatico, Progettuale e Ambientale dell'Aeroporto Canova. Sono state accolte quasi in toto le osservazioni del Comitato e delle Associazioni che lo appoggiano, bocciando invece su tutti i fronti il Master Paln preparato da Aertre e presentato in commissione da ENAC. A nostro avviso già questo documento dà indicazioni prescrittive e se le autorità volessero procedere ci sono sicuramente molte cose da fare.

lunedì 7 aprile 2014

UNA VITTORIA DI CIVILTA' E DI LOTTA PER LA LEGALITA'


Il 9 marzo 2014 i giornali riportavano la sentenza CTVIA di Roma che condannava definitivamente il folle progetto di ampliamento dell'aeroporto di Treviso. Su 50 commissari solo uno 1 ha votato favorevole. Ci siamo divertiti in queste settimane a dirle tutte su quel Commissario rimasto fedele all'ampliamento che, guarda caso, era quello designato dalla Regione Veneto. Abbiamo constatato, ancora una volta, quale è stato per più di un decennio uno dei maggiori colpevoli del disastro programmatico, progettuale ed ambientale di una infrastruttura considerata strategica per il territorio come il Canova di Treviso. Ma l'ente del presidente Zaia non è l'unico sponsor storico del progetto ampliamento, vanno ricordati tutti: il Presidente della provincia Muraro, gli ex Sindaci di leghisti Gobbo e Gentilini. Fino a tre anni fa anche Dal Zilio sindaco di Quinto era allineato ai suoi colleghi di partito, poi ha cambiato improvvisamente idea e si è messo dalla parte del NO, dopo che il comitato lo aveva accusato di non aver fatto nulla per contrastare l'ampliamento. Opportunismo politico, staremo a vedere anche perchè a Quinto la politica, nonostante sia la zona più colpita dai disagi, si è sempre comportata a parole in un modo nei fatti in un altro.

martedì 4 marzo 2014

Manildo una possibilità di cambiamento mancata. Che delusione!!

Dal blog di Alessandro Gnocchi:

Delle conseguenze su ambiente e salute dell'aeroporto Canova sappiamo già tutto...

Il titolo riassume la conclusione a cui è necessario giungere dopo il voto del Consiglio comunale della seduta del 26 febbraio scorso di cui vi ho già raccontato.
È stata, infatti, respinta la mozione da me presentata sull'utilizzo di parte del dividendo straordinario incassato dal Comune di Treviso in quanto socio di SAVE Spa, la società che controlla AER Tre Spa che gestisce l'aeroporto di Treviso.