mercoledì 3 ottobre 2012

L'11 SETTEMBRE DEL "CANOVA"

L'11 settembre abbiamo inoltrato, attraverso posta certificata, una lettera a tutte quelle autorità che in vario modo dovrebbero far rispettare le sentenze dei tribunali e i decreti ministeriali. La lettera (CLIKKA QUI) riporta in maniera esplicita e letterale le due sentenze, quella del Consiglio di Stato dell'ottobre 2011 che autorizzò il proseguimento de lavori “teoricamente bloccati”(perchè in realtà non si sono mai fermati) dall'ordinanza del Tar Veneto a seguito del nostro ricorso e quella del TAR stesso che rigettò appunto, la nostra richiesta ponendo categoricamente il limite invalicabile dei 16300 voli anno!
Nella lettera vengono ricordati anche i due decreti del Ministero dell'Ambiente: quello del 2007 che imponeva il limite e quello che autorizzò i lavori di potenziamento e sviluppo delle infrastrutture di volo nel 2011 dove fu rubadito il limite . L'abbiamo spedita perchè eravamo preoccupati che nessuno annunciasse o desse delle sicurezze riguardo al rispetto del limite e abbiamo creduto che qualcuno predisponesse un piano di spostamento dei voli programmati verso altri scali ma tutto ciò non è successo.

Ci domandiamo cosa conti il Prefetto Aldo Adinolfi che ha sul tavolo un esposto ed una lettera di un'associazione di più di 500 persone, se non interviene per ristabilire la legalità? Lui che è il “tutor locale” dello Stato Italiano cosa aspetta ad intervenire su questa situazione scandalosa? Cosa dobbiamo fare noi cittadini per avere l'onore di un suo intervento, dobbiamo promettre di fare una colletta come Comitato ed impegnarci con i proventi a sponsorizzare la festa della Prefettura di fine dicembre, così come fece la SAVE di Marchi & C. l'anno scorso? Ce lo chieda, siamo disposti anche a questo!!!!

Eppure tutti sanno che con lo sforamento dei voli ci sarà automaticamente il decadimento delle sentenze vinte dichiarando il falso di fronte ai giudici. Se ci sarà sforamento, significa che  la Provincia di Treviso, la società Aertre spa, l'Avvocatura dello Stato che hanno rappresentato ENAC e Ministero dell'Ambiente,  hanno dichiarato il falso di fronte ai giudici perchè, per come parlano le carte del dibattimento, loro sono andati a difendere i lavori dell'anno scorso, dichiando che non ci sarebbero stati aumenti dei voli in quanto c'era il limite imp  osto.

A questo punto ci viene da dubitare anche dei Giudici che hanno emesso delle sentenze “Ponzio Pilatesche”nei nostri confronti: SONO STATI GABBATI E PRESI IN GIRO, OPPURE SONO STATI CONSENZIENTI CON UN MODO DI AGIRE ( quello di Aertre spa controllata dal finanziere Enrico Marchi e dai soci pubblici Comune di Traviso e Venezia, Provincia di Treviso e Venezia, Regione Veneto) CHE ORAMAI PERDURA DAL 2007, ANNO IN CUI E' STATO IMPOSTO IL LIMITE DEI VOLI?

Ci piacerebbe sapere cosa vogliono fare i Sindaci di Treviso e Quinto nonché il Presidente della Provincia Muraro dopo i dati sull'inquinamento resi pubblici da ARPAV dove si evince che in via Nogarè, strada che si trova per metà a Quinto e per metà a Treviso (Canizzano) ABBIAMO UNA SITUAZIONE DI EMISSIONI DI PM10, DI BENZO PIRENE E DI ALTRI INQUINANTI A DIR POCO INQUETANTE! Le rilevazioni di PM10 fatte nel periodo di stop dell'aeroporto per i lavori danno zero valori fuori norma, mentre nel periodo di rilevamento fatto nel primo sementre di quest'anno c'è uno sforamento pari al 47% !!! Ricordiamo a Lorsignori che il limite cautelativo è stato imposto anche per prevenire rischi alla salute umana di cui voi siete responsabili per ruolo.

Al Ministero dell'Ambiente e ad ENAC, che già una volta abbiamo portato in Tribunale, gli ricordiamo che non sono delle LOBBY alle quali bussano i potenti di turno ma che sono Enti dello STATO ITALIANO che operano per il Popolo Sovrano di cui senza dubbio anche noi facciamo parte!!

Di AERTRE/SAVE e dei suoi dirigenti non c'è nulla da dire: ora la gente può vedere in che maniera e in quale modo operano: i profitti sulla pelle dei cittadini... Come dire si fa presto a creare anche qui delle piccole ILVA con il ricatto del lavoro!!
Chi deve far rispettare le leggi lo faccia.







0 commenti:

Posta un commento