venerdì 8 aprile 2011

INVIATE ALLE AUORITA' LE "OSSERVAZIONI" DEL COMITATO SUGLI INTERVENTI DI POTENZIAMENTO DEL CANOVA

Lunedì 4 Aprile il nostro Comitato ha depositato le Osservazioni alle autorità competenti riguardo agli annunciati "Interventi di potenziamento e sviluppo delle infrastrutture di volo da realizzarsi presso l'aeroporto A. Canova di Treviso". Nel testo, che potete scaricare in fondo alla pagina , oltre ad essere riportata una cronistoria della Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) presentata da AERTRE Aeroporto di Treviso S.p.a., definita con decreto 14 maggio 2007 (doc. 1)
nel quale il Ministreo dell'Ambiente esprimeva PARERE INTERLOCUTORIO NEGATIVO” circa la compatibilità ambientale del progetto “Incremento fruitivo dell'Aeroporto Civile di Treviso: piano di controllo e riduzione degli impatti”, abbiamo evidenziato una serie di anomalie proprie della struttura aeroportuale.
  1. Crescita sproporzionata dell'aeroporto senza assoggettazione a V.I.A.
  2. Aerostazione dislocata in una zona densamente popolata e con tantissime scuole sulle traiettorie di volo (Vedi Allegato A)
  3. Non si è mai peovveduto a dare risposte, come la legge prescrive, in materia di rischi per la salute sia per l'impatto acustico sia per quanto riguarda la qualità dell'aria.
  4. Abbiamo richiesto risposte certe per quanto rigurda la compatibilità dell'aeroporto con l'adiecente Parco Regionale del fiume Sile, mettendo in evidenza il rischio di inquinamento delle falde acquifere a ridosso delle zone SIC –ZPS, IBA, biotopi, aree naturali protette ai sensi della L.394/1991; portando l'esempio di una risorgiva che si trova a ridosso dell'aeroporto. (Vedi Allegati B e C)
Ora attendiamo le risposte dalle autorità competenti, sicuri che, come la legge prescrive, si tenga conto anche della tutela della salute e della sicurezza dei cittadini di Quinto e di Treviso.



5 commenti:

  1. da leggere:
    http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2011/02/24/news/la-noalese-inquina-piu-dell-aeroporto-3533424

    RispondiElimina
  2. LE CENTRALINE POSIZIONATE DALLA DITTA STEAM PER CONTO DELLA AERTRE SONO STATE AMPIAMENTE CONTESTATE DAL COMITATO PER IL MODO FURBO DI RILEVAMENTO. ABBIAMO CHIESTO L'INETERVENTO DELL'ARPAV PER LE VERIFICHE. VEDERMO SE I RILEVAMENTI SARANNO CONFERMATI DAL MINISTERO DELL'AMBIENTE, CHE FINORA HA DATO SEMPRE PARERE NEGATIVO, VISTO CHE LA SOCIETA' CHE GESTISCE L'AEROPORTO CANOVA GIA' CI HA PROVATO VARIE VOLTE A FAR PASSARE IL V.I.A. MA FINO AD ORA NON HA MAI CONSEGNTO DATI SUFFICIENTI E CREDIBLI EVIDENTEMENTE. VIA CHE NON E' SOLO IL PROBLEMA ACUSTICO,si legga per lo meno le nostre osservazioni) MA SICCOME LEI SCRIVE DA "ANONIMO" IN QUESTO BLOG SENZA LEGGERE QUELLO CHE NOI POSTIAMO, DEVO RITENERE CHE A LEI NON INTERESSI NIENTE DELLE PROBLEMATICHE TIPO LA SALUTE E LA SICUREZZA E DELLE LEGGI CHE TUTELANO QUESTI DIRITTI. FORSE LEI E' UN PROVOCATORE? UN UN FORTE SOSTENITORE DI CHE COSA? CE LO SPIEGHI COSì NON PERDIAMO PIU' TEMPO A RISPONDERLE.

    RispondiElimina
  3. DA ANONIMO X ANONIMO dove finiscono le auto di chi parte o arriva in aeroporto??? spariscono nel nulla ho finiscono anch'esse sulla noalese ad aggravare una situazione già disastrosa!

    RispondiElimina
  4. Mi domando come possa essere credibile l'analisi fatta da Save/Aertre sull'inquinamento acustico dell'aeroporto. Penso che qualsiasi persona con un minimo di elasticità mentale, e che sia in grado di cogliere l'entità degli interessi ecomonici che gravitano attorno all'ampliamento del Canova, possa capire l'inattenbilità della relazione presentata, di cui il FIERO ANONIMO qui sopra posta un articolo della Tribuna. Non ho parole.
    Come si fa a negare l'evidenza davanti ad una situzione fuori dalla legge già allo stato attuale dei fatti.

    RispondiElimina
  5. la cosa incredibile e che ci stanno avvelenando tutti, loro magnano e hanno le ville in sardegna e noi crepiamo di cancro,la noalese, il passante , l'inceneritore di Silea, l'ampliamento dell'aeroporto, la zona di Zero Branco - Quinto - treviso completamente devastata dal cemento! guardate l'inutile ZeroCenter ennesimo centro commerciale che ha devastato quel poco di campagna che c'èra tra Quinto e Zero Branco... cazzo fermiamoci un pò!
    Non si sa nemmeno più chi votare.. il sindaco attuale di Quinto aveva assicurato in campagna elettorale che avrebbe combattuto contro l'ampliamento dell'eroporto adesso che è stato eletto si dichiara neutrale...

    RispondiElimina