mercoledì 7 ottobre 2015

Canova ampliamento ridotto, Marchi: "Ma la viabilità non va".

Sintesi Il finanziere Marchi ci riprova ma ad una condizione: non tira fuori più uno scheo. 
Spiegazione. Siccome con i lavori del 2012 l'essenziale per aumentare voli e passeggeri li ha già fatti ora chiede all'amministrazione Comunale di Treviso di spendere circa 1,5 milioni di €uri per fare gli adeguamenti al traffico. Tra l'altro chiedendo implicitamente al Sindaco Manildo di espropriare uno stabile adibito ad attività commerciale e due case dove i suddetti adeguamenti dovrebbero essere fatti. E magari l'Amministrazione di centro sinistra è già pronta a pagare! Ricordiamo che nel caso così fosse che quei soldi sono dei contribuenti ed in questo giochino di accontentare "Il Finanziere" c'è di mezzo la salute dei cittadini! Sta di fatto che di fronte all'aerostazione non sono mai stati fatti dei monitoraggi ambientali e ad oggi nessuno sa che aria respirano le persone che lì ci vivono o ci transitano. Noi intanto confidiamo che il Comune prima di prendere delle decisioni faccia i dovuti passi per tutelare i residenti. Sappiamo che Marchi è un finanziere che specula sulle quotazioni in borsa delle sue società per aumentare i propri capitali, e per questo motivo si
è sempre disinteressato alle problematiche ambientali e della salute dei cittadini dei dintorni dell'aeroporto. Questo lo possiamo affermare per forza perché ad oggi dopo 15 anni di vita dell'aerostazione non ha mai avuto un parere positivo alla VIA, ha sempre disatteso le prescrizioni del Ministero dell'Ambiente sul limite cautelativo dei 16300 voli/anno, non ha mai predisposto misure di mitigazione ne cacciato un soldo per almeno i casi più gravi di impatto su case, scuole e chiese. Noi non permetteremo che Marchi speculi ancora sulla nostra pelle solo perché deve accumulare profitti con i suoi aeroporti, non è il tipo di sviluppo che noi sosteniamo. Inoltre è un affronto all'intelligenza umana dire che si accontenta di 3,5 milioni di passeggeri considerando che ora con circa 18500 voli anno fa 2 milioni di passeggeri! Per raggiungere quella quota ci vogliono circa 30000 voli/anno. Noi non siamo dei finanzieri ma i conti ce li sappiamo fare, 30mila voli sono tanti troppi quasi come quelli che chiedeva prima!! SARA' BATTAGLIA e non solo contro di lui! Intanto, prima deve chiedere al suo sindacato di riferimento l'ENAC di superare la VIA e l'indagine dell'ISPRA in corso.

0 commenti:

Posta un commento