giovedì 22 maggio 2014

MONITORAGGIO ACUSTICO: LETTERA AL MINISTERO DELL'AMBIENTE

Pubblichiamo questa lettera inviata dal Gen. A. Ferrante al Ministero dell'Ambiente per denunciare e chiedere chiarimenti sullo spostamento di due centraline fisse in luoghi da considerare atipici se si fa riferimento al relazione tecica CTVIA del 25/10/2013 dello stesso Ministero dove si danno prescrizioni oculate sul posizionamento e sul monitoraggio dei sistemi di rilievo acustico. Buona Lettura.
Al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Direzione Generale per le valutazioni ambientali – Divisione II – Sistemi di Valutazione Ambientale
Via Cristoforo Colombo 44 – 00147 Roma

Seguito comunicazione inviata il 27 agosto 2013
Il sottoscritto Alvaro Ferrante, cittadino di Treviso e promotore del Comitato contro l’ampliamento dell’aeroporto “A Canova”, pone in allegato copia della lettera, inviata al Sindaco di Treviso, dalla quale risulta la persistente assenza di qualsiasi provvedimento teso a rendere compatibile la presenza di un aeroporto nel tessuto urbano di Treviso e Quinto di Treviso, con riferimento particolare agli inquinamenti acustico ed atmosferico.
Da porre in rilievo che l’atteggiamento del Sindaco, palesemente favorevole ad un aumento del numero dei movimenti aerei, persiste anche nonostante la chiara presa di posizione espressa, ormai dal 31 marzo 2014, da tutti i suoi consiglieri di maggioranza con la loro completa adesione a quanto stabilito da codesto Ente.

Da sottolineare che il recente spostamento di due delle uniche quattro centraline di monitoraggio acustico esistenti assume il valore di un falso messaggio di ampio svolgimento di controllo dell’inquinamento acustico aereo, rivolto alla maggioranza dei cittadini che non ha alcuna conoscenza delle modalità di posizionamento che condizionano la ricezione delle stesse.
Infatti la centralina, spostata all’incrocio di Via Contea con Via del Capitello in Quinto di Treviso, risente in continuazione dei rumori di un intensissimo traffico di automezzi di ogni tipo. Si ritiene inoltre che sia anche di notevole difficoltà l’eventuale trasmissione alla stessa di segnali di tracciati radar.
Inoltre anche la centralina posta nel giardino della sede dell’Associazione Nazionale Alpini di Quinto risente del notevole traffico della Via Costamala.
Lo scrivente ritiene infine che anche la mancata risposta del Sindaco di Treviso alle richieste di chiarimenti su atti della sua amministrazione riguardanti l’aeroporto, dimostri la sua volontà di non procedere con i provvedimenti, relativi ai citati inquinamenti, stabiliti da codesto Ente.
Confidando nell’attenzione per quanto esposto ringrazio sentitamente e porgo i miei più distinti saluti.
Treviso, 17 maggio 2014   Alvaro Ferrante

0 commenti:

Posta un commento