giovedì 9 maggio 2013

Fischi per Save applausi per il Comitato!

Ieri sera dai Grilli è stata una grande serata, fischi per SAVE applausi per NOI. Ma non è stata questa la differenza, ora sappiamo che Loro per fare l'ampliamento non hanno in mano una carta e neanche un permesso e hanno anche il rinnovo di concessione ancora non confermato. Ci hanno parlato di migliaia di posti di lavoro e grandi investimenti ma invece devono rispettare il limite dei 16300 movimenti!!!
Nella foto vedete A.D. Simioni e Corrado Fisher (altro manager SAVE/Aertre) che se la ridono. Ero di fianco a loro e ricordo quelle espressioni burlesche e strafottenti, era il momento in cui ha parlato Fiorella la nostra socia che ha la casa "squassata" dal pasaggio degli aerei a bassa quota. La casa che ha subito più di tutte le altre i vortex strike quotidiani
che da anni gli aerei in atterraggio provocano. 
QUESTI SONO DEI PREDATORI DEL TERRITORIO, disposti a passare sopra qualsiasi sentimento umano, qualsiasi difficoltà o diritto della persona pur di
raggiungere il loro scopo economico e finaziario. Sono così biechi da aver fatto passare in un'assemblea pubblica il messaggio: "Se ci sarà l'ampliamento siamo disposti a mettere 9 milioni di euro per le mitigazioni e mettere a posto le case". Ricattano la gente, barattano il loro business per dei danni che già hanno fatto e che avrebbero dovuto già risarcire da anni.  Ci opporremo sempre a questa idea di sviluppo che non tiene conto neanche delle esigenze minime della persona!!!
Oggi sulla tribuna c'è l'articolo in cui i sindacati chiedono a Marchi delle spiegazioni dopo le sparate di Gava sull'aeroporto estivo (si sono scelti proprio un gran portavoce) dove dichiarano che tra lavoratori diretti/indiretti e indotto ci sono 600 posti!!! 
Dove sono i 1500 posti diretti/indotto ogni 1 milione di passegeri che dichiarano sul MasterPlan e di cui ieri sera si facevano vanto? Dove sono i circa 3500 posti di lavoro che ci dovrebbero essere ora? BALLE UNA MAREA DI BALLE!!!
Infine le dichiarazioni di Luca Ferrari ci lasciano basiti. Caro signor Ferrari la dittatura è quando chi comanda, non ascolta la voce del popolo e fà quello che gli conviene per il proprio tornaconto, come accade ora. Gli ricordiamo che il comitato ha sempre battuto la sua battaglia con i fatti e i documenti, mai un'occupazione, mai una manifestazione mai nulla di illegale!!! 
NOI AL CONTRARIO DI ALTRI LE REGOLE LE RISPETTIAMO E IL TERRITORIO E LA SALUTE CERCHIAMO DI DIFENDERLE SENZA CHIEDERE NULLA IN CAMBIO.

0 commenti:

Posta un commento