giovedì 10 maggio 2012

IL COMITATO NON DIMENTICA MA RINGRAZIA E SPRATTUTTO VIGILA


Mauro Dal Zilio - Sindaco di Quinto
E' giallo intorno alla decisione di Dozzo di mantenere segreta una notizia che molto probabilmente andrà ad influire sul futuro del Canova. Il 26 di gennaio anno corrente il Deputato ha depositato in Parlamento una richiesta che il governo ha accolto e che condizionerà non poco il futuro dello scalo trevigiano.(vedi allegati) Noi del comitato ci chiediamo perchè questa decisa svolta verso le nostre posizioni ricordando soprtattutto la forte e violenta opposizione che il Partito di Dozzo ed i suoi alleati fecero neanche un anno fa accusandoci mezzo stampa che non era vero che la SAVE del Finanziere Enrico Marchi si stava preparando ad un mega ampliamento dello scalo. Ancor peggio quando Comune e Provincia di Treviso convocarono le rispettive giunte per dare mandato ai propri legali di Denunciare Comitato e il presidente Dante Faraoni perché stavano
denigrando le istituzioni pubbliche. Questo accadeva mentre il TAR del Veneto aveva disposto una ordinanza cautelativa per bloccare i lavori della nuova pista che noi avevamo denunciato come ampliamenti che necessitavano dell'applicazione della legge sulla VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE. Richiesta di Valutazione che è poi stata presentata il 9 marzo 2012 con inclusi quei lavori di ampliamento che noi avevamo contestato al tribunale amministrativo.

Ora la conversione e il sospirato allineamento con le stesse posizioni del Comitato. Le NOSTRE pressioni hanno avuto il risultato che ci aspettavamo, iI Sindaco Dal Zilio è stato costretto a furor di popolo, dopo due sedute di consiglio comunale, gremite come non si era mai visto, a mollare la presa e a dare ragione al Comitato!!! LO HA DETTO IN CONSIGLIO COMUNALE : NO AMPLIAMENTO!! Ora si impegni a mantenere le promesse fatte, il Comitato vigila e non molla!!!

Ora Fiato sul Collo su Gobbo e la sua Giunta ma soprattutto massima Pressione su colui che a Treviso ci ha maggiormente derisi e offesi: il Pro Sindaco Gentilini.  Ci aveva accusato di falso perchè informavamo la gente che ci sarebbe stato l'ampliamento.  Ora che l'ampliamento è stato dichiarato di fronte al Ministero dell'Ambiente, lo Sceriffo è senza pistole e non spara più. Ci penserà il Comitato a farlo allineare: lui a difesa della sua portaerei (così chiama l'aeroporto) noi a difesa del territorio e della salute dei cittadini di Quinto e di Treviso!
Dante Nicola Faraoni

0 commenti:

Posta un commento