giovedì 3 gennaio 2019

COMUNICAZIONE AI SOCI







Quinto di Treviso, 03 gennaio 2019



Comunicazione ai Soci dell'Associazione Comitato per la riduzione dell'impatto ambientale dell'aeroporto di Treviso








L'anno appena trascorso ci ha visto operativi su tutti i fronti nella lotta contro la condizione che siamo costretti a sopportare dovuta alla presenza dell'aeroporto Canova, una struttura che, mascherata da attività che porta utili e turismo, ci vede Cittadini di second'ordine in una società che si professa civile!



Il Comitato nel corso dell’anno 2018 ha provveduto a produrre ed inoltrare documentazione in relazione alle versioni di comodo proposte dal gestore aeroportuale, con conseguenti chiarimenti, contestazioni e proposte, rivolta alle Istituzioni nazionali, regionali e locali.

Dopo l’assemblea riservata ai Soci (2 aprile 2018), dove è stato rinnovato il Comitato Esecutivo, è stata tenuta un’assemblea pubblica in data 16 novembre 2018 con la presenza, tra gli Altri, dell’On. Arianna Spessotto, componente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati che condivide i nostri obiettivi facendosene portavoce presso le Istituzioni ministeriali pertinenti e dell’Avv. Stefano Mirate che già conosce le nostre problematiche e che ha promesso iniziative dopo verifica profili di criticità, a seguito molteplici scenari che devono essere approfonditi dal punto di vista amministrativo – civile – penale.





Il Comitato ci tiene a rassicurare tutti i Soci che non demorde, che l'anno appena trascorso, nonostante l'immobilità degli Amministratori e delle Istituzioni, è stato un anno ricco di iniziative, di impegni, di fatiche che a volte non ci hanno risparmiato difficoltà che sembravano insormontabili, ma che ha visto nelle comunità di Quinto, di Treviso e dei Comuni limitrofi un continuo crescere di sensibilità e sostegno.



I Cittadini sono al nostro fianco viste anche le scelte che l'amministrazione di Treviso sta adottando contro l'inquinamento atmosferico che soffoca la città, scelte che lasciano infatti molto perplessi, in quanto si conta di risolvere il problema solo chiudendo il traffico alle vetture anche di recente generazione.



Poca è evidentemente la consapevolezza ai vertici di quanto sia impattante un aeroporto in un contesto incompatibile come il Canova e di quanto sia disattesa l'imposizione del Ministero dell'Ambiente relativa al limite di movimentazioni annue di 16.300 unità; si pensi infatti che a fine 2018 le movimentazioni hanno già superato quota 23.000! e ogni aereo porta il suo carico di emissioni ben maggiori rispetto alle automobili!







E' chiaro che le pseudo soluzioni pensate dall'Amministrazione vanno a colpire sul mucchio, senza pensare alle vere esigenze dei Cittadini, che nonostante esose tasse nazionali e regionali si ritrovano appiedati e senza servizi se non ancora a pagamento!



Eppure nonostante queste misure drastiche la qualità dell'aria su Treviso rimane scadente e con elevati valori di inquinanti.



Gli anni di cattiva gestione del territorio e di una gestione aeroportuale completamente anarchica sta presentando il conto.



Molte Associazioni che lottano contro l'inquinamento atmosferico supportano il Comitato anche su questo fronte, coscienti anch'esse del reale problema e dell'assurda situazione con cui siamo costretti a convivere.

Consideriamo importante il loro supporto e quello di tutte le persone, anche non direttamente coinvolte, che hanno compreso cosa sta succedendo a Treviso e lottano con noi per il rispetto della Legge e per il bene del territorio.





Con queste poche righe il Comitato, sempre più impegnato e supportato, rimane attivo nella sua lotta, augura a tutti i Soci un proficuo anno 2019 e confida che questo sarà un anno decisivo per scelte responsabili che, a partire dalle persone comuni fino a Chi sta ai vertici o lo sarà in futuro, non potranno più essere rimandate.













Il Segretario

Andrea Zoggia

0 commenti:

Posta un commento