lunedì 27 febbraio 2017

ESPOSTO ALLA PROCURA DI TREVISO

È stato depositato alla Procura di Treviso l’esposto in considerazione delle numerose rilevanti irregolarità riscontrabili nella gestione dell'aeroporto Antonio Canova di Treviso: tra cui: mancanta applicazione procedura VIA, il superamento del limite di 16.300 voli annui, inquinamento acustico, atmosferico e idrico, continui casi di vortex strike mai risarciti.
A sottoscriverlo è il Comitato per la riduzione dell’impatto ambientale dello scalo, con il sostegno di numerosi cittadini di Quinto di Treviso e paesi limitrofi, anch'essi coinvolti dai numerosi sopprusi di una gestione del territorio assolutamente irrivernte di ciò che la Costituzione Italiana dovrebbe garantire: la tutela della salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività. 
Nessuno vuole essere un cittadino di categoria B! In un periodo storico in cui le tematiche ambientali sono più che mai attuali e importanti e si cominciano a manifestare gli effetti di un passato e continuo spregiudicato abuso ambientale, il rispetto delle legge deve essere più che mai assicurato. IL COMITATO C'E'  E CON TUTTI I SUOI SOSTENITORI!
Crediamo nelle istituzioni e siamo certi che la procura farà i dovuti accertamenti. NOI NON MOLLIAMO!
In allegato:



0 commenti:

Posta un commento