martedì 4 marzo 2014

Manildo una possibilità di cambiamento mancata. Che delusione!!

Dal blog di Alessandro Gnocchi:

Delle conseguenze su ambiente e salute dell'aeroporto Canova sappiamo già tutto...

Il titolo riassume la conclusione a cui è necessario giungere dopo il voto del Consiglio comunale della seduta del 26 febbraio scorso di cui vi ho già raccontato.
È stata, infatti, respinta la mozione da me presentata sull'utilizzo di parte del dividendo straordinario incassato dal Comune di Treviso in quanto socio di SAVE Spa, la società che controlla AER Tre Spa che gestisce l'aeroporto di Treviso.

Il voto contrario è stato espresso nonostante l'emendamento integrativo che avevo presentato per tranquillizzare i consiglieri (e metterli al riparo dai vincoli di bilancio, dalle cifre troppo elevate,...): rendendo, cioè, la mia mozione una semplice indicazione di massima non vincolante, chiedendo solo che si stimassero, confrontandosi che le istituzioni preposte Arpav e ASL, le risorse necessarie per due obiettivi che, ritengo, importanti:

  • realizzare monitoraggi completi, significativi e affidabili inerenti l’inquinamento atmosferico e l’impatto acustico dell'aeroporto, eventualmente integrati dal monitoraggio di altri impatti ambientali;
  • attuare un’indagine di carattere epidemiologico mirata alla individuazione di potenziali correlazioni tra l’infrastruttura aeroportuale e possibili effetti negativi sulla salute umana.

Evidentemente il Consiglio comunale di Treviso non ha alcun bisogno di approfondimenti, a differenza di altre realtà come quella di Fiumicino segnalatami da "un cittadino interessato all'ambiente in cui vive".

Mi aspetto, quindi, che l'Amministrazione di Treviso sappia dare risposte certe, definitive e univoche a qualunque cittadino volesse conoscere quali siano gli effetti sulla propria salute e sull'ambiente che lo circonda legati alla presenza dell'aeroporto Canova di Treviso.

0 commenti:

Posta un commento