mercoledì 18 gennaio 2012

COMUNICATO STAMPA DEL COMITATO

Il Comitato Aeroporto Treviso, viste le continue violazioni delle norme che regolano lo sviluppo aeroportuale, ha fatto richiesta all'EURODEPUTATO ANDREA ZANONI di sollecitare le Autorità Europee ad intervenire sulla questione. Come rappresentante al Parlamento Europeo, Andrea Zanoni ha risposto al nostro appello e
abbiamo concordato per i prossimi giorni una sua interrogazione sulla questione della mancata presentazione da parte della società di gestione dell'aeroporto della Valutazione di Impatto Ambientale - VIA - che è appunto una direttiva Comunitaria. Ringaziando anticipatamente Andrea Zanoni per la sua iniziativa in sede Europea, il Comitato tiene a precisare che tale decisione è stata presa in quanto ha constatato ancora una volta i continui ritardi delle Autorità competenti a dare risposte alle richieste di inervento in quanto a salute, sicurezza e rispetto delle aree di tutela ambientale come il Parco del Sile. 
Due settimane fa la nostra Associazione, che rappresenta più di 500 persone abitanti nei pressi dell'aeroporto, ha richiesto a Prefetto, Provincia ed Enac di pronunciarsi su una serie di quesiti riguardanti la messa in sicurezza del Deposito Carburanti situato a pochi metri dal Terminal dove transitano quotidianamente centinaia di persone: ad oggi non abbiamo ricevuto nessuna risposta. Riteniamo questo atteggiamento privo di buon senso se consideriamo la pericolosità del deposito in questione. Inoltre facciamo notare la completa mancanza di relazione e collaborazione su qualsiasi iniziativa intrapresa dal Comitato che ha come unico scopo quello di tutelare cittadini e territorio. Nelle prossime ore, in accordo con l'Onorevole Zanoni, renderemo noto il testo dell'interpellanza.  
Il Persidente del Comitato per la Riduzione dell'Impatto Ambientle dell'Aeroporto di Treviso
Dante Faraoni

0 commenti:

Posta un commento