martedì 27 dicembre 2011

Ancora dubbi su dove va il turista che atterra a treviso?

Il Gazzettino di Treviso, 27 dicembre 2011,

TREVISO - (mf) Non ci sono solo nuovi voli, ma anche nuove linee degli autobus targate Atvo e Barzi service. A pochi giorni dalla riapertura, in attesa del master plan per il salto di qualità definitivo, l'aeroporto di Treviso già cresce a vista d'occhio. Dal 5 dicembre, infatti, la Ryanair ha annunciato una nuova rotta verso la città danese di Billund e la Germanwings un nuovo collegamento con Stoccarda. Il che vuol dire più
passeggeri in transito al «Canova». Dove vanno una volta toccato terra? A questo ci pensano le aziende di trasporto, che non sono certo rimaste a guardare. Per prima l'azienda di trasporti del Veneto orientale (Atvo) che ha subito messo in piedi una nuova linea di collegamento tra lo scalo trevigiano e Venezia a completa disposizione dei turisti. In tutto cinquantadue corse con biglietto a 5 euro (9 andata e ritorno). Il servizio nasce con un obiettivo preciso: «Agevolare il turista con una grafica e informazioni accattivanti per dargli immediatamente la sensazione di avere un filo diretto tra Treviso e Venezia».
Ma non sono gli unici. Pochi giorni fa, infatti, la Barzi service ha chiesto alla Provincia il via libera per l'istituzione di una nuova linea tra il "Canova", la stazione dei treni di Mestre e piazzale Roma a Venezia. Il prezzo degli biglietto? 7 euro la corsa semplice e 13 euro andata e ritorno (valido 10 giorni) con gli under 10 che viaggeranno gratis. E il Sant'Artemio ha già acceso il semaforo verde.

0 commenti:

Posta un commento