martedì 16 dicembre 2014

Sintesi intervento Dott.Litta Antonella

ECCO IL GRANDE INTERVENTO DELLA DOTT. ANTONELLA LITTA AVVENUTO IN OCCASIONE DELLA ASSEMBLEA PUBBLICA DEL 29 NOVEMBRE 2014.


lunedì 15 dicembre 2014

Lo studio dell'università boccia l'aeroporto Canova

La Tribuna di Treviso, 13 dicembre 2014,

Non dovrebbe stare lì. Anche lo Iuav ora “sposta” l’aeroporto Canova: la tutela dell’ambiente e lo sviluppo commerciale dello scalo trevigiano sono due concetti incompatibili. La soluzione ideale? Trasferire i voli civili a Istrana e mandare in “pensione” l’aeroporto militare.

La questione, ieri, è stata al centro di un dibattito pubblico nato dalla presentazione del libro “Ripensando il paesaggio aeroportuale di Treviso, strategie progettuali per il futuro”. L’autrice è Laura Cipriani, docente dello Iuav, Istituto universitario di architettura di Venezia. Un’opera nata con gli studenti del corso di urbanistica e maturata in un anno di lezioni, per cercare di applicare le teorie e le ricerche sulla

martedì 9 dicembre 2014

PAESAGGI AEROPORTUALI; L’aeroporto di Treviso tra ricerca e progetto

Presentazione del libro
“Rethinking Treviso Airport Urbanism. Landscape design strategies from now on” (Aracne, 2014) “Ripensando il paesaggio aeroportuale dell’aeroporto di Treviso: strategie progettuali per il futuro” 
di Laura Cipriani
Sabato 13 dicembre 2014 
ore 17:00 Sala Fratello Sole  Convento di S. Francesco
Piazza S. Francesco  -  TREVISO 
 Nell'ambito degli incontri informativi organizzati dalla nostra associazione, Comitato per la Riduzione dell'Impatto Ambientale dell'Aeroporto di Treviso, questo evento si prefigge di aprire una discussione seria e non di parte sul futuro dell'aeroporto Antonio Canova di Treviso e della vasta area che lo circonda.
 Come cambia il paesaggio in presenza della mobilità aerea? Come inserire l’aeroporto al contesto in cui sorge? E’ possibile integrare paesaggio ed infrastrutture aeroportuali secondo criteri ecologici? Quali dispositivi progettuali utilizzare? Come coniugare le necessità tecnologiche attuali con inaspettate nuove funzioni per il futuro?
 Il libro è l’esito di un laboratorio in urbanistica tenutosi presso l’Università Iuav di Venezia nell’anno accademico 2012-13 e di una ricerca finanziata dal programma europeo Marie Curie-PAT sugli aeroporti del nordest d’Italia.
 A partire dallo studio di una porzione di territorio attorno all’aeroporto civile di Quinto di Treviso e alla base aerea militare di Istrana, si è inteso affrontare la tematica “aeroporto e paesaggio”, presentando idee e strategie per una possibile riprogettazione partecipata dei luoghi.

mercoledì 3 dicembre 2014

DR.SSA A. LITTA, MEDICI PER L'AMBIENTE: "Salute valore più alto dell'ampliamento"

Si è svolto sabato 29 novembre 2014, presso l’auditorium S. Giorgio di Quinto di Treviso, il convegno sul tema: “Inquinamento aeroportuale, territorio e salute dei cittadini”.
La dottoressa Antonella Litta, rappresentante dell’Associazione italiana medici per l'ambiente - Isde (International Society of Doctors for the Environment) ha presentato la relazione su: “Trasporto aereo: impatto atmosferico e impatto acustico come determinanti di danno ambientale e malattie”.
"Salute e prevenzione sono valori più importanti dell'ampliamento dello scalo" ha ribadito la rappresentante dei medici per l'ambiente.
Durante la relazione sono stati rilevati  molti degli effetti sanitari già noti e generati dal trasporto aereo ovvero: malattie cardiovascolari, respiratorie, neoplastiche, disturbi della sfera neuro-comportamentale, disturbi dell'apprendimento e dell'attenzione nei bambini, e una riduzione della qualità della vita per compromissione della qualità del sonno a causa delle operazioni aeroportuali svolte nelle ore notturne.

Nelle considerazioni finali della dottoressa Litta la richiesta perché il traffico aereo in Italia sia ridotto e razionalizzato in quanto estremamente inquinante. L'indicazione della necessità, visto l'esorbitante numero degli aeroporti già presenti sul territorio italiano, sia di non consentire la realizzazione di nuovi aeroporti, sia di bloccare i progetti di ampliamento di quelli già esistenti e tra questi anche quello relativo all’aeroporto di Treviso. Infine la richiesta che si predisponga quanto prima un piano della mobilità  in Italia che abbia la tutela dell'ambiente e della salute come elementi cardine.

Conferenza Sabato 13 dicembre 2014 ore 17 - TREVISO


lunedì 24 novembre 2014

INQUINAMENTO AEROPORTUALE, TERRITORIO E SALUTE DEI CITTADINI

SIAMO D'ACCORDO CON IL PRESIDENTE DELLA SAVE QUANDO DICE CHE SIAMO UN PICCOLO GRUPPO DI SPECULATORI... ...EBBENE SI ABBIAMO DEGLI INTERESSI PERSONALI...

LA NOSTRA SALUTE!!!! 

SE ANCHE TU TIENI ALLA TUA E VUOI SAPERNE DI PIU, PARTECIPA, CONDIVIDI, INFORMA!!!
TI ASPETTIAMO



martedì 18 novembre 2014

CONFERENZA CONFCOMMERCIO!

DOMANI MATTINA ANDIAMO TUTTI IN PROVINCIA A SENTIRE QUANTO BENE CI FA L'AEROPORTO. UNA DELEGAZIONE DEL COMITATO SARA' PRESENTE!!!


mercoledì 29 ottobre 2014

ASSEMBLEA SOCI VENERDI' 31 OTTOBRE 2014

VENERDI' 31 OTTOBRE ORE 20:30 ASSEMBLEA SOCI PRESSO SALA PARROCCHIALE QUINTO DI TREVISO PIANO TERRA.

L'assemblea è aperta a TUTTI i soci ordinari e simpatizzanti.
 
NON E' APERTA AL PUBBLICO, chi volesse partecipare per la prima volta dovrà obbligatoriamente associarsi.

martedì 28 ottobre 2014

Marchi punge Treviso "Diteci se lo volete".

Enrico Marchi e i suoi "scagnozzi" possono lamentarsi quanto vogliono ma le LEGGI le devono rispettare anche loro. L'aeroporto di Treviso non serve il territorio limitrofo ma solo un turismo "mordi e fuggi" che punta Venezia. ABBIAMO IN SERBO MOLTE NOVITA'!!


ps: L'assemblea della UIL era stata organizzata a porte chiuse. Avevano paura di cittadini "scomodi"?

domenica 28 settembre 2014

«Canova, no ai diktat di Marchi»

Ricordiamo a Manildo che se un futuro sviluppo dovesse esserci l'unico ente che potrebbe autorizzarlo è il Ministero dell'Ambiente attraverso la v.i.a.
Intanto noi cittadini del comitato restiamo in attesa dell'installazione delle centraline, come indicato dal Ministero, per sapere se questo aeroporto è ORA compatibile con le PERSONE e L'AMBIENTE.

«Sono portato a non prestare attenzione ai diktat, soprattutto se pronunciati in un momento di rabbia». Il sindaco Giovanni Manildo non si scompone di fronte alle accuse di immobilismo che gli ha rivolto Enrico Marchi, il presidente di Save, società che controlla l’aeroporto di Treviso. Il manager trevigiano è furioso per l’ennesima bocciatura arrivata dalla Commissione di Via del ministero dell’Ambiente al suo piano di sviluppo dell’aeroporto di Treviso. Ad agosto è infatti arrivato l’ennesimo “no”, il terzo, al progetto di Save. «La situazione...

Continua: 

venerdì 26 settembre 2014

Save: meno voli al Canova Marchi attacca il Comune

Meno voli, meno passeggeri, con gli stessi programmi di sviluppo edilizio e infrastrutturale e – quasi – lo stesso investimento. Così Save, la società che controlla l’aeroporto di Treviso, cerca di aggirare il muro che la commissione Via del ministero per l’ambiente ha eretto davanti al suo piano di sviluppo dell’aeroporto di Treviso. Il progetto è arrivato sul tavolo della commissione due giorni fa, dopo l’ennesimo no (il terzo) dato dall’assemblea nella seduta di agosto. Save, con questo nuovo programma, rinuncia al raddoppio dei voli giocando sul numero di passeggeri che possono essere trasportati da nuovi aerei «più capienti» puntando non più ai 4 milioni di passeggeri...

giovedì 25 settembre 2014

Bocciato il raddoppio dell’aeroporto

I sogni di gloria di Save sull’aeroporto di Treviso possono dirsi di fatto, finiti. Dopo il parere interlocutorio negativo dato nell’ottobre 2013 al piano di sviluppo dello scalo trevigiano, e la bocciatura ufficiale di marzo 2014 con cui il Ministero per l’ambiente aveva stoppato il programma di opere e investimenti, ad agosto la società che gestisce lo scalo trevigiano ha incassato l’ennesimo e definitivo niet da parte della commissione Via che ha giudicato inadatto e inammissibile il programma di interventi per il potenziamento del Canova .

La bocciatura netta. La commissione si è riunita in seduta plenaria ad inizio agosto ed ha valutato una per...

sabato 20 settembre 2014

Tutti piangono per la chiusura del "Canova".

Fonte: http://sinistrapertreviso.wordpress.com
La farsa delle dimissioni di Zeno GIULIATO dimostrano come certa sinistra Trevigiana è così malamente caduta in basso!! Un comunista da sempre dichiarato che difende gli interessi, tra l'altro i soli, del finanziere Enrico Marchi, ha del patetico. Oramai lo sanno anche le anatre del Sile che lo sviluppo dell'aerostazione è IMPOSSIBILE. Eppure a Giuliato, essendo stato dentro Aertre, dovrebbe essere soggiunta la voce che l'ampliamento deve essere compatibile con una VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE che il Ministero richiede da oramai più di un decennio. Invece di piangere le disgrazie del “Padrone”, il poeta Giuliato dovrebbe sapere che se vuole l'ampliamento, l'aerostazione si dovrebbe mettere in regola con le direttive di sviluppo che le autorità italiane ed Europee richiedono. Invece no, siamo alle solite: facendosi scudo di un fantomatico sviluppo economico si vuole per l'ennesima volta passare sopra alla salute dei cittadini e alla salvaguardia del territorio!! In un paese realmente civile e sviluppato, il tipo di mentalità

giovedì 4 settembre 2014

Limite dei voli vicino "Denunceremo Save"

Le falsità e la straffotenza di queste società verso l'intelligenza altrui e la LEGGE fa ritorcere lo stomaco. Il DIVIETO dei voli notturni non è una loro cortesia ma un preciso decreto che se continueranno a violare porteremo in tutte le sedi di competenza.





NOI RESTIAMO ANCORA IN ATTESA DELLA MAGISTRATURA TREVIGIANA!!

Il D.P.R. 11 dicembre 1997 n° 496, modificato dal D.P.R. 9 novembre 1999, n° 476 recita:
“…sono vietati i movimenti aerei civili negli aeroporti civili e militari, aperti al traffico civile, dalle ore 23.00 alle ore 06.00 locali”.

NO CORTESIA, MA LEGGE!!!

Dal Gazzettino di Treviso, 04 settembre 2014.


sabato 19 luglio 2014

GARATTI DIMETTITI!

In riferimento all’articolo apparso recentemente su un quotidiano locale, dove vengono riportate dichiarazioni del Dr. Gianni Garatti, Presidente del Consorzio Turismo di Treviso nonché Presidente di AerTre, il quale riconosce che il flusso turistico nella città di Treviso risulta quasi nullo benché in passato sostenesse esattamente il contrario.
Il Comitato per la riduzione dell’impatto ambientale per l’aeroporto di Treviso, ha sempre sostenuto che l'attività aeroportuale non è apportatrice di benefici per il turismo nel territorio trevigiano e la realtà è sotto gli occhi di Tutti!
Noi la convinzione ce la siamo fatta studiando le statistiche della Regione e quelli sono dati ufficiali che anche Garatti dovrebbe guardare; se ad un anno dal suo insediamento il Presidente di AerTre chiede disperatamente aiuto a Ryanair per l'incremento del

mercoledì 16 luglio 2014

LETTERA ALLE AUTORITA'

Venerdì 11 luglio 2014 abbiamo spedito alle autorità questa lettera:

Al Signor Sindaco del Comune di Treviso
Al Signor Sindaco del Comune di Quinto di Treviso
Al Signor Sindaco del Comune di Zero Branco
Consiglieri Comunali di Treviso
Consiglieri Comunali di Quinto di Treviso
Consiglieri Comunali di Zero Branco
ENAC Direzione Nord Est
ENAC Direzione Centrale Infrastrutture Aeroporti
e
ENAC Direzione Centrale Regolazione Tecnica
MATTM
Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare


Oggetto:
L'ipotesi di Commissione Tecnica del Sindaco Giovanni Manildo e le urgenti necessità di
intervento di risanamento ambientale dell'aeroporto A. Canova di Treviso.

martedì 24 giugno 2014

Arroganza targata Enrico Marchi!

In risposta alle dichiarazioni di Enrico Marchi comparse sul Gazzettino di Treviso in data 22 giugno 2014:

Le folli esternazioni del Dott. Enrico Marchi dagli scranni dell'assemblea di Confindustria contro il Comitato di cittadini che in questi anni ha coraggiosamente difeso e messo all'attenzione delle autorità le irregolarità dell'ampliamento “occulto” dell'aeroporto Canova di Treviso, conferma l'arroganza e la disonestà di questo personaggio che da anni si disinteressa degli impatti ambientali e della salute dei cittadini.  Sprezzante delle regole democratiche, per l'ennesima volta insulta e denigra pubblicamente delle persone che si sono rivolte alle autorità, le quali hanno dato i loro pareri con giudizio imparziale e rispettando i

giovedì 22 maggio 2014

MONITORAGGIO ACUSTICO: LETTERA AL MINISTERO DELL'AMBIENTE

Pubblichiamo questa lettera inviata dal Gen. A. Ferrante al Ministero dell'Ambiente per denunciare e chiedere chiarimenti sullo spostamento di due centraline fisse in luoghi da considerare atipici se si fa riferimento al relazione tecica CTVIA del 25/10/2013 dello stesso Ministero dove si danno prescrizioni oculate sul posizionamento e sul monitoraggio dei sistemi di rilievo acustico. Buona Lettura.
Al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Direzione Generale per le valutazioni ambientali – Divisione II – Sistemi di Valutazione Ambientale
Via Cristoforo Colombo 44 – 00147 Roma

Seguito comunicazione inviata il 27 agosto 2013
Il sottoscritto Alvaro Ferrante, cittadino di Treviso e promotore del Comitato contro l’ampliamento dell’aeroporto “A Canova”, pone in allegato copia della lettera, inviata al Sindaco di Treviso, dalla quale risulta la persistente assenza di qualsiasi provvedimento teso a rendere compatibile la presenza di un aeroporto nel tessuto urbano di Treviso e Quinto di Treviso, con riferimento particolare agli inquinamenti acustico ed atmosferico.
Da porre in rilievo che l’atteggiamento del Sindaco, palesemente favorevole ad un aumento del numero dei movimenti aerei, persiste anche nonostante la chiara presa di posizione espressa, ormai dal 31 marzo 2014, da tutti i suoi consiglieri di maggioranza con la loro completa adesione a quanto stabilito da codesto Ente.

venerdì 2 maggio 2014

LETTERA A MANILDO E ALLA MAGGIORANZA

  Questo è il testo integrale della lettera che 10 gg. fa è stata recapitata al sindaco e a tutta la maggioranza. Ad oggi non abbiamo avuto nessuna risposta nè ufficiale nè formale riguardo alle richieste fatte costatatando che tra la vecchia amministrazione di centro destra a quella attuale di centrosinistra vediamo che nulla è cambiato.

SINDACO MANILDO, BASTA CON LE AMBIGUITA’: L’ESPANSIONE AEROPORTUALE NON SI PUO’ FARE, SERVE INVECE UNA POLITICA SERIA A FAVORE DELL’AMBIENTE E DELLA SALUTE DEI CITTADINI

Siamo rimasti sconcertati da quanto successo in Consiglio Comunale in data 26 febbraio c.a. quando l'intero schieramento di centro sinistra (eccetto M. Caldato) ha votato compatto assieme al centro destra, contro un emendamento del consigliere Alessandro Gnocchi che ragionevolmente chiedeva di:
  1. realizzare monitoraggi completi inerenti l’inquinamento atmosferico e l’impatto acustico dell'aeroporto, eventualmente integrati dal monitoraggio di altri impatti ambientali
  2. attuare un’indagine di carattere epidemiologico mirata alla individuazione di potenziali correlazioni tra l’infrastruttura aeroportuale e possibili effetti negativi sulla salute umana.

mercoledì 9 aprile 2014

COMMENTI AL PARERE nr. 1363 del 25/10/2013 del CTVIA

In attesa del decreto finale della commissione tecnica del Ministero dell'Ambiente, abbiamo letto e qui commentiamo il documento che raccoglie il parere tecnico della CTVIA; n° 1363 del 25 ottobre 2013 (Commissione Tecnica Valutazioni di Impatto Ambientale del Min. Ambiente) emanato subito dopo il parere negativo interlocutorio del luglio 2013.
Nel documento ci sono riportate tutte le misure da attuare fin da subito dalla società di gestione AERTRE/SAVE in collaborazione con i Comuni interessati all'area, la Regione attraverso ARPAV ed altri enti.
Nel suddetto documento è menzionato per ben 3 volte che il limite dei voli cautelativo di 16300 movimenti/anno deve essere rispettato, quindi tutti gli interventi messi in agenda dalla CTVIA sono da attuare da subito senza nessuna prescrizione d'aumento di voli o di passeggeri.
In sostanza la Commissione Ministeriale richiede alle Autorità Tutte un investimento di proporzioni immense sia finanziario che organizzativo per risanare l'attuale disastrosa situazione Programmatico, Progettuale e Ambientale dell'Aeroporto Canova. Sono state accolte quasi in toto le osservazioni del Comitato e delle Associazioni che lo appoggiano, bocciando invece su tutti i fronti il Master Paln preparato da Aertre e presentato in commissione da ENAC. A nostro avviso già questo documento dà indicazioni prescrittive e se le autorità volessero procedere ci sono sicuramente molte cose da fare.

lunedì 7 aprile 2014

UNA VITTORIA DI CIVILTA' E DI LOTTA PER LA LEGALITA'


Il 9 marzo 2014 i giornali riportavano la sentenza CTVIA di Roma che condannava definitivamente il folle progetto di ampliamento dell'aeroporto di Treviso. Su 50 commissari solo uno 1 ha votato favorevole. Ci siamo divertiti in queste settimane a dirle tutte su quel Commissario rimasto fedele all'ampliamento che, guarda caso, era quello designato dalla Regione Veneto. Abbiamo constatato, ancora una volta, quale è stato per più di un decennio uno dei maggiori colpevoli del disastro programmatico, progettuale ed ambientale di una infrastruttura considerata strategica per il territorio come il Canova di Treviso. Ma l'ente del presidente Zaia non è l'unico sponsor storico del progetto ampliamento, vanno ricordati tutti: il Presidente della provincia Muraro, gli ex Sindaci di leghisti Gobbo e Gentilini. Fino a tre anni fa anche Dal Zilio sindaco di Quinto era allineato ai suoi colleghi di partito, poi ha cambiato improvvisamente idea e si è messo dalla parte del NO, dopo che il comitato lo aveva accusato di non aver fatto nulla per contrastare l'ampliamento. Opportunismo politico, staremo a vedere anche perchè a Quinto la politica, nonostante sia la zona più colpita dai disagi, si è sempre comportata a parole in un modo nei fatti in un altro.

martedì 4 marzo 2014

Manildo una possibilità di cambiamento mancata. Che delusione!!

Dal blog di Alessandro Gnocchi:

Delle conseguenze su ambiente e salute dell'aeroporto Canova sappiamo già tutto...

Il titolo riassume la conclusione a cui è necessario giungere dopo il voto del Consiglio comunale della seduta del 26 febbraio scorso di cui vi ho già raccontato.
È stata, infatti, respinta la mozione da me presentata sull'utilizzo di parte del dividendo straordinario incassato dal Comune di Treviso in quanto socio di SAVE Spa, la società che controlla AER Tre Spa che gestisce l'aeroporto di Treviso.

mercoledì 5 febbraio 2014

2013: ANCORA UN ANNO FUORILEGGE!!!

AAA AUTORITA' CERCASI A TREVISO!!!

IL 2013 SI CHIUDE CON OLTRE 18MILA MOVIMENTI BEN 2MILA MOVIMENTI OLTRE IL LIMITE AUTORIZZATO. STIAMO VALUTANDO LE AZIONI LEGALI DA INTRAPRENDERE PER FAR RISPETTARE LA LEGGE!!!!

Dati Assaeroporti

venerdì 24 gennaio 2014

Case "abusive": grana aeroporto per Ca' Sugana

Il Gazzettino di Treviso, 24 gennaio 2014,

E la frittata è fatta!

Era il 15 gennaio 2014 e la Consigliere Maristella Caldato denunciava pubblicamente la risposta che le era stata data riguardo la convocazione della commissione urbanistica che si sarebbe tenuta il 20 gennaio alle ore 17.30 presso Ca.Sugana;
Convocazione: NON APERTA AL PUBBLICO.  
Argomento: Piani di Rischio Aeroportuali.
Risposta: A tale stadio non può essere resa pubblica e i commissari sono tenuti al segreto anche per evitare turbative di mercato.

Di cosa si è discusso e perchè era una commisione segreta lo scrive la Tribuna di Treviso di ieri e di